E2sco galleria immagini E2sco galleria immagini E2sco galleria immagini E2sco galleria immagini

Bilancio 2009: E2 chiude in attivo e cresce del 21% rispetto al 2008.

Forte incremento del fotovoltaico che raggiunge i 220 kWp.

L’Assemblea dei soci di E2, convocata a Cisliano lo scorso 23 aprile, ha approvato all’unanimità il bilancio 2009. Dalla relazione sulla gestione emerge, anche quest’anno, un dato di grande rilevanza che attesta la solidità della società che opera nel settore dei servizi energetici per i propri 23 Comuni soci. Il bilancio 2009 chiude in attivo con un trend di crescita pari al 20,86% rispetto al 2008. Due fattori che in assoluto qualificano l’impresa, ma ancor di più acquistano significato se letti nell’attuale contesto economico finanziario in forte crisi.

“Sono molto soddisfatto di come la Società si sta consolidando di anno in anno – dichiara il Presidente Tito Cattaneo –. Anche il bilancio 2009 evidenzia una crescita sia delle attività che del fatturato. Abbiamo avuto un valore di produzione di 3.760.081 Euro con un aumento di circa 650.000 Euro pari ad un trend di crescita di quasi il 21% rispetto all’anno precedente. Il numero dei soci pubblici che si affidano a E2sco per lo sviluppo delle loro attività in campo energetico è in costante crescita. La fiducia concessa dai nostri soci si trasforma in vantaggi reali sia sotto il profilo ambientale che economico”.

Dei 5 ambiti di intervento di E2 (investimenti in lavori di riqualificazione tecnologica delle centrali termiche; il servizio energia, ovvero gestione della fornitura di combustibili liquidi e gassosi e svolgimento dell'attività manutentiva ordinaria degli impianti termici; interventi per il risparmio energetico quali fotovoltaico, cogenerazione, illuminazione, idrotermosanitari, manutenzione straordinaria) quello del fotovoltaico nel 2009 ha registrato un grande sviluppo raggiungendo una produzione complessiva di 220 kWp con 8 impianti. “Si tratta di un grosso risultato conseguito con la convenzione FotovoltaicoZero che comporta benefici ambientali al territorio – precisa il Presidente Cattaneo – ma anche vantaggi economici ai Comuni derivanti dalla produzione di energia elettrica e dal conseguente risparmio dei prelievi dalla rete di distribuzione”.

“Con riferimento al valore di produzione complessivo 2009, – entra nel dettaglio l’Amministratore Delegato di E2, Enrico Bombarda -, il Servizio Energia ha concorso per il  45% (€ 1.698.112);  i Lavori per il 7% (€ 242.877) e la manutenzione straordinaria per il  1% (€ 39.856). Da evidenziare, il forte incremento del settore fotovoltaico che nel 2009 si è attestato al 40% del valore di produzione per un importo pari a € 1.522.781. Inoltre, altri elementi che qualificano l’attività svolta nel corso dei nostri primi 5 esercizi sono l’aver realizzato investimenti per un valore complessivo di circa 4 milioni di euro”.

Il Bilancio 2009 di E2 si è chiuso con € 3.778.549 di componenti positivi di reddito, costi per € 3.753.391 e un utile netto di € 25.158. “In merito all’utile d’esercizio, che a prima vista potrebbe essere interpretato come un valore controcorrente rispetto ad altri numeri del bilancio – conclude il Presidente Cattaneo –, ribadisco il concetto più volte espresso. Una ESCo mista che vede coinvolti enti pubblici, non deve generare grandi utili, ma proporre attività a un costo conveniente. In pratica, l’utile d’impresa viene immediatamente messo a disposizione del socio che ci assegna il lavoro”.


 

 

Form@ambiente