E2sco galleria immagini E2sco galleria immagini E2sco galleria immagini E2sco galleria immagini

24 marzo: giornata del tovagliolo di stoffa. partecipano le scuole di Marcallo con Casone e Bareggio

Oggi la seconda edizione della buona pratica promossa da E2sco per ridurre gli sprechi energetici.
Dato allarmante: in alcune famiglie a tavola si usa solo il tovagliolo di carta.

Il percorso Educare alla sostenibilità promosso da E2sco prosegue nel tempo consolidando le buone pratiche avviate nel 2008 con i progetti pro risparmio energetico. Oggi, 24 marzo, come un anno fa, si svolge la seconda edizione della Giornata del tovagliolo di stoffa, finalizzata a promuovere la riduzione dell’usa e getta e avviata l’anno scorso nell’ambito del progetto Energia&Grano realizzato con il contributo di Fondazione Cariplo e in collaborazione con Cooperativa del Sole.  I destinatari dell’iniziativa sono gli studenti che pranzano nelle mense scolastiche.


All’invito hanno aderito gli istituti comprensivi di Marcallo con Casone e di San Martino di Bareggio. Nelle rispettive mense scolastiche gli alunni di medie e elementari hanno pranzato utilizzando il tovagliolo di stoffa invece dell’usuale tovagliolo di carta. “Educare è un compito molto complesso. Non basta fare solo della corretta teoria, ma è indispensabile anche mettere in pratica quello che si dice, soprattutto quando si parla di buone prassi in campo ambientale. Ecco perché vorremmo replicare l’esperienza negli anni a venire, fino a fare del 24 marzo una giornata dedicata alla riduzione degli sprechi – dichiara il Presidente di E2sco, Tito Cattaneo –. Vedere le scuole che procedono nei percorsi che abbiamo avviato per far capire a giovai e adulti l’importanza del mettere in pratica buone prassi è una grande soddisfazione. Il che ci stimola ulteriormente a procedere con queste attività finalizzate a radicare la cultura energetico-ambientale tra gli abitanti dei nostri Comuni”.


Questa seconda edizione del Tovagliolo di stoffa ha fatto emergere un dato molto interessante per non dire allarmante. “Abbiamo chiesto agli studenti di portare un tovagliolo di stoffa per il pranzo in mensa di oggi – spiega Mariangela Colombo, insegnante della scuola primaria di San Martino di Bareggio –. In risposta a questa richiesta, abbiamo riscontrato che in alcune famiglie a tavola si usa solo il tovagliolo di carta e il tovagliolo di stoffa pare non si sappia neppure cosa sia”. “Questo significa che sul tema della sostenibilità c’è molto da fare – aggiunge Alessandra Grassi, dirigente scolastico dell’istituto comprensivo di Bareggio. La scuola, dunque, ha un compito molto importante anche in questo settore. Ecco perché noi siamo molto attivi in iniziative di educazione ambientale, di cui alcune hanno ottenuto anche importanti riconoscimenti a livello locale e provinciale. Ben vengano, dunque, progetti promossi dal territorio, come quelli sostenuti da E2sco”.


Alla giornata del tovagliolo di stoffa del 2010 hanno partecipato 12 mense scolastiche per un totale di quasi 2500 studenti.

Form@ambiente