E2sco galleria immagini E2sco galleria immagini E2sco galleria immagini E2sco galleria immagini

Da Fondazione cariplo 50mila euro per l'audit energetico.

Al progetto partecipano: Turbigo, Albairate, Cisliano. Efficienza e certificazione energetica per 22 edifici pubblici.

Verifica, indagine, formazione, individuazione di interventi per la razionalizzazione dei consumi e certificazione energetica. Questi gli step dei progetti di audit energetico previsti per alcuni degli edifici pubblici del territorio in cui opera E2sco srl. Ed in particolare nei Comuni di Turbigo, Albairate e Cisliano per un totale di 22 stabili.

Un’operazione che verrà realizzata grazie a Fondazione Cariplo, che su un progetto di quasi 78.000 euro ha assegnato un contributo di 49.000 euro nell’ambito del bando 2008 ““Audit energetico degli edifici di proprietà dei Comuni piccoli e medi”.

Importante inoltre il ruolo svolto da E2sco, la società pubblico-privata del territorio che si occupa di promuovere e realizzare interventi per il miglioramento dell’efficienza energetica e la promozione di energia da fonti rinnovabili. “Grazie a E2sco – evidenzia il Presidente, Tito Cattaneo – ai nostri Comuni soci viene offerto un servizio gratuito di preselezione e verifica dei bandi a livello regionale e nazionale. Successivamente, provvediamo a fornire un professionale apporto progettuale e di coordinamento ai soggetti coinvolti, accompagnandoli, quindi, nella fase di sviluppo dei progetti stessi”.

All’attività di stesura dei progetti per la partecipazione al bando di Fondazione Cariplo ha preso parte anche integra Srl, partner privato di E2sco. La fase di attuazione dei progetti sarà avviata congiuntamente dai Comuni, E2sco ed Integra.

Da evidenziare la novità introdotta quest’anno da Fondazione Cariplo. Si tratta del progetto “Audit gis”, ovvero una piattaforma informatica che conterrà le informazioni raccolte durante le attività di audit al fine di creare un strumento di monitoraggio e di elaborazioni statistiche, nonché un  supporto per una moderna pianificazione energetica a livello regionale.


 Attività previste:



  • Audit leggero: prevede l’analisi delle principali caratteristiche eergetiche per definire un quadro riassuntivo degli edifici comunali.

  • Audit di dettaglio: previsto su alcuni edifici selezionati in base ai dati emersi dalla fase precedente. Qui saranno individuati quei possibili interventi per la razionalizzazione energetica.

  • Formazione. Attività rivolta ai tecnici comunali.

  • Certificazione energetica per gli edifici oggetto di audit di dettaglio.


Il progetto, infine, comprende un’ultima fase di pubblicizzazione dei risultati conseguiti e un programma di interventi di sensibilizzazione a favore di una corretta cultura energetica a scala locale.

Form@ambiente