E2sco galleria immagini E2sco galleria immagini E2sco galleria immagini E2sco galleria immagini

Il patto dei Sindaci. Cos'è e perché aderire.

Dal web le informazioni sull’iniziativa, che in Europa si chiama Covenant of Mayors Il Patto dei Sindaci entra a pieno regime tra le attività che E2 sta portando avanti per migliorare la sostenibilità ambientale del territorio, favorendo il proliferare delle tecnologie che permettono la produzione di energia da fonti rinnovabili. Interventi che la Società sta programmando a livello di bacino in sinergia con i 23 Comuni soci. Cos’è cos’è il Patto dei Sindaci? E’ un’iniziativa che parte dall’Unione Europea nel 2008 (in occasione della settimana europea dell’energia sostenibile) per coinvolgere le città europee nel percorso verso la sostenibilità energetica e ambientale. E che ufficialmente prende il nome di “Covenant of Mayors”: un accordo tra i sindaci d’Europa per ridurre le emissioni inquinati del 20 per cento entro il 2020. Sul sito ufficiale www.eumayors.eu - in lingua inglese - si trova tutto quanto c’è da sapere. Un’ottima sintesi, in italiano, è pubblicata su www.campagnaseeitalia.it/il-patto-dei-sindaci, che illustra la campagna “Energia Sostenibile per l’Europa” in Italia, che nel febbraio scorso ha mosso il primo passo con la sottoscrizione del programma da parte di 28 città. Così come per queste pioniere, anche gli altri Comuni che aderiranno al “patto” dovranno redigere e approvare uno specifico piano d’azione per il raggiungimento almeno del principale obiettivo delineato dal patto: “riduzione di almeno il 20% delle emissioni di CO2 attraverso una maggiore efficienza energetica, un maggior ricorso alle fonti di energia rinnovabile e ad appropriate azioni di promozione e comunicazione”.

Form@ambiente